Scandalo gettonopoli ad Acireale?

Ammontano a quasi 270.000 € i “gettoni di presenza” corrisposti ai consiglieri comunali di Acireale per la loro partecipazione ai consigli e alle commissioni consiliari permanenti in 7 mesi di amministrazione Barbagallo.

Il dato disaggregato dice che tra luglio 2014 e gennaio 2015 solo per le sedute di commissione il Comune di Acireale ha sborsato circa 197.254 € mentre per le sedute di consiglio poco meno di 71.000 €. Facendo una semplice media aritmetica e scomputando le imposte significa che in media i 30 consiglieri acesi hanno percepito oltre 1.100 euro al mese. Niente male.

Ma si tratta di una semplice media aritmetica che non rende giustizia ai fuori classe del presenzialismo.

Infatti ci sono gli stacanovisti delle commissioni come ad esempio un consigliere che nel mese di gennaio 2015 ha partecipato a ben 26 sedute portando a casa un jackpot di 1.658,54 , ammirevole davvero, complimenti.
Anche altri consiglieri però hanno avuto delle performance di partecipazione alle sedute non indifferenti, così sempre nel gennaio 2015 quattro consiglieri hanno partecipato a 20 commissioni (jackpot € 1,275,80) e ben undici consiglieri tra le 18 e le 19 sedute (jackpot € 1.148 e € 1.212,01), una menzione d’onore per loro va sicuramente data.

Bravi, anzi bravissimi anche in considerazione del fatto che il mese di gennaio ha molti giorni festivi.

Ricordate lo scandalo di Agrigento, la cosiddetta gettonopoli? Sappiate che lo scandalo agrigentino che ha portato i trenta consiglieri (come ad Acireale) alle dimissioni è scoppiato perché è venuto fuori (guarda caso per merito del M5S locale) che i consiglieri della città dei templi avevano partecipato a 1.130 sedute di commissione in nove mesi gravando sul bilancio comunale per circa 285.000 €.

Acireale in sette mesi ne ha spesi 197.254, possiamo parlare di scandalo anche noi?

Fanno anche sorridere, se non fossero nostri soldi, i proclami sensazionalistici del consulente a titolo gratuito in materia economica nominato dal Sindaco Barbagallo che qualche mese fa proclamava solennemente e severamente un taglio della spesa, affermando con sagacia ed un pizzico di incoscienza che tra le misure vi era il limite della remunerazione per i consiglieri comunali componenti le commissioni permanenti per non più di quattro sedute settimanali.

Ma stando così le cose evidentemente lo ha comunicato solo ai genuflessi media locali ma non ai diretti interessati.

Ma come misurare poi la qualità del lavoro svolto nelle commissioni consiliari così profumatamente pagato? Purtroppo misurare qualitativamente il lavoro delle commissioni ad Acireale è impossibile perché le sedute non sono trasmesse via streaming né sono disponibili i verbali delle sedute.  Quindi dobbiamo fidarci. Ma c’è da fidarsi?

Qualche dubbio sorge di tanto in tanto quindi noi del M5S Acireale, come più volte ribadito, abbiamo fatto richiesta che le commissioni vengano trasmesse in diretta streaming, ma la nostra richiesta è rimasta guarda caso lettera morta.

Abbiamo quindi “scomodato” i deputati regionali e grazie al loro potere ispettivo abbiamo fatto richiesta loro di richiedere i verbali delle commissioni consiliari, attendiamo ancora i verbali, nel frattempo però siamo entrati in possesso delle determinazioni, anch’esse oggetto della richiesta, del dirigente del settore affari istituzionali del Comune di Acireale con le quali si sono impegnate e liquidate le somme per le commissioni e i consigli comunali. Da queste determinazioni provengono i dati che avete letto più su.

Ora per contrapporre i fatti alle inutili parole basta fare un confronto con le amministrazioni comunali targate M5S in Sicilia e ne viene fuori che a Ragusa, Federico Piccitto Sindaco, i consiglieri comunali hanno rinunciato al 30% dei loro gettoni disponendo nel bilancio di previsione 2014 un apposito capitolo dove i consiglieri del gruppo M5S faranno confluire mensilmente il 30% netto del gettone di presenza vincolando queste risorse alla promozione di iniziative nel campo sociale, di sostegno per l’attività scolastica e per l’efficientamento energetico.

A Bagheria invece, anche qui 30 consiglieri, Sindaco Patrizio Cinque, oltre alla decurtazione del 30% dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali del gruppo M5S, il Sindaco, vista la catastrofica situazione delle casse comunali ha deciso di rinunciare per i primi sei mesi al proprio stipendio (4.386 euro lordi mensili). Per quanto riguarda le sedute delle commissioni consiliari a Bagheria si attestano mediamente a due a settimana e se vi è necessità di farne di più i consiglieri del M5S non percepiscono il gettone di presenza.

Questi sono FATTI non consulenteatitologratuitoinmateriaeconomicanominatodalSindacoBarbagallo

Una notizia fresca infine, sulla base di quanto statuito dall’art. 8, comma 4 del decreto legge 66/2014, è stato emanato il 26 febbraio 2015 il decreto del Ministero dell’Interno che ha determinato il riparto del contributo alla finanza pubblica a carico dei comuni. In soldoni si tratta di tagli alla spesa, per beni e servizi in qualsiasi settore, che i comuni italiani dovranno compiere nel triennio 2015/2018 per un ammontare complessivo di 563 milioni di Euro.

Bene, o forse meglio male, Acireale nel 2015 dovrà risparmiare 410.632,65 €.

Una cifra spaventosa! Quale spesa taglierà l’amministrazione Barbagallo? Noi auspichiamo che si cominci a tagliare dai costi esorbitanti della politica acese e che non si tocchino, come fatto fin’ora, le fasce più deboli della società.

Staremo a vedere.

Articolo creato 140

2 commenti su “Scandalo gettonopoli ad Acireale?

  1. non ho capito perché ad Agrigento è successo un casino ed Acireale tutto tace e acconsente e come mai nessun acese porti in una trasmissione pubblica come l’Arena di Giletti o altro gli sprechi che vengono perpetrati in questa Città dove le tasse sono altissime e indegne. Vergogna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    1. non dimenticate che l’acese ha fissato il record nazionale alle votazione europee con 45 al pdl , il minimo alle comunali al 3.8 ms6 , aggiungo che si distingue per tenacità neuronica nonché per rapporto encefalo ciò fa si che si possa fregiare del titolo indiscusso di TESTA DI TRUNZO ACITANO , ,

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto