Primi passi per una mobilità sostenibile!

Vieni a firmare la petizione, ti aspettiamo ai nostri banchetti! 😉

 Visto il comma 4-bis dell’art. 13 del Codice della Strada (inserito con la legge 366/98)
“4-bis. Le strade di nuova costruzione classificate ai sensi delle lettere C, D, E ed F del comma 2 dell’articolo 2 devono avere, per l’intero sviluppo, una pista ciclabile adiacente purché realizzata in conformità ai programmi pluriennali degli enti locali, salvo comprovati problemi di sicurezza.” e le norme correlate
Considerato:
Che oggi più che mai la politica mondiale ed europea è indirizzata verso la sostenibilità anche nel settore della mobilità e dei trasporti.
Che per l’accesso ai fondi europei sulla mobilità, e non solo, tra i requisiti dei comuni figura sempre più spesso la rete di piste ciclabili, anche di lunghezza simbolica.
Che in periodo di crisi economica l’utilizzo di automobili ed altri mezzi a motore è diventato sempre più oneroso per le famiglie, e che le bici (anche elettriche) possono diventare fonte di risparmio per le famiglie.
Che il risparmio dal non utilizzo dei mezzi a motore potrebbe essere reinvestito nell’economia locale.
Che l’incremento delle infrastrutture ciclabili porterebbe ad una riduzione del traffico a motore.
Che la diminuzione del traffico a motore comporterebbe una maggiore vivibilità della città per i cittadini e di conseguenza anche una maggiore appetibilità per i turisti.
Che negli ultimi anni sono state costruite molte nuove strade e ne sono state ammodernate altrettante.

PROPONGONO AL CONSIGLIO COMUNALE DI ACIREALE D’ IMPEGNARE l’AMMINISTRAZIONE SUI SEGUENTI PUNTI:
– Che venga rispettato il comma 4-bis dell’art. 13 del Codice della Strada.
– Che si sopperisca, ove possibile, alla mancata collocazione delle piste ciclabili.
– Che si inizi dal facile intervento di via Jacopone da Todi, strada recentemente sottoposta a lavori e avente quattro corsie, parcheggio ambo i lati, ampio marciapiede e nemmeno un metro di pista ciclabile. Si potrebbe facilmente ridurre ciò che è presente in quantità sproporzionate (corsie e parcheggio) e collocare la pista ciclabile.
– Che, una volta avuti i primi metri di pista ciclabile, l’amministrazione si impegni a partecipare ai bandi sulla mobilità sostenibile.

Articolo creato 140

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto