OpenSource e Software libero

Salve a tutti! Oggi propongo un argomento di certo poco discusso, causa sconoscenza ed affermato radicamento dei luoghi comuni, è sicuramente la tematica legata all’utilizzo del Software Libero e del software Open Source.

Questi due movimenti, se pur ideologicamente differenti, mirano allo sviluppo ed al coseguente utilizzo di un parco programmi che va a sostituirsi a quello a pagamento. Prima di addentrarmi nella presentazione della mia idea farò una breve illustrazione storico-mediatica molto sintetica del concetto che voglio annettere alla proposta.

Wikipedia sul MOVIMENTO OPEN SOURCE Wikipedia sul MOVIMENTO FREE SOFTWARE

 

In breve, la nascita di questo Universo Parallelo avviene per ragioni filosofiche in quanto sempre più forti restrizioni di copyright stavano soffocando la nascitura e fruttifera epoca dell’informatica “Creativa”. Sono gli anni dell’ascesa di Bill Gates e Steve Jobs.

LINUX OS

Quello che molti non sanno è che parallelamente si assiste allo sviluppo, burrascoso e controverso, di un sistema operativo rivoluzionario.

Un sistema che per la prima volta non era ingabbiato tra le quattro mura di una multinazionale ma a portata di chiunque volesse apportare un cambiamento e/o un miglioramento. Un sistema quindi che è, quindi,nato e cresciuto grazie alla sua utenza.

REVOLUTION OS – VOCI DAL CODICE LIBERO
MA PARLIAMO DI VANTAGGI
  • LINUX (in ogni sua versione) è Gratuito; e, salvo rare eccezzioni, è gratuito ogni software sviluppato in conformità con esso.
  • LINUX non si frammenta ed è immune ai virus sviluppati per Windows.
  • Un qualsiasi computer se funziona bene con una versione di Linux non sarà mai da buttare in quanto è un sitema flessibile in grado di far girare decentemente macchine vecchie anche di 15-20 anni.
  • Scordatevi Crack, vari magagni di Pirateria e dipendenza da formati file proprietario. Tutto è libero!
  • Molti dei programmi che normalmente usate su Windows sono originari di Linux (Open office, Firefox, Filezilla, Emule, GIMP, Thunderbird, ecc ecc).
Spesso Linux viene associato ad una visione dell’utenza come qualcosa del genere…
Mentre in realtà il Concetto di Desktop è arrivato ben più in là anche nel mondo del software Libero:

E questi sono solo alcuni dei possibili ambienti Desktop presenti e sostituibili in casa Linux…

Quindi, presupponendo che adesso il nostro livello di conoscienza di questo sistema si sia leggermente smosso verso l’alto, parliamo concretamente del vantaggio primario, a mio avviso, legato alla nostra ricerca nel recupero di risorse se pur economiche.


LIBERO VUOLE ANCHE DIRE GRATIS

Immaginate o provate ad immaginare il numero di computer presenti in una scuola, negli uffici comunali di un paesino o di una città a addirittura si una provincia! Bene adesso ipotizziamo che su ognuno di questi Pc giri una copia originale di Windows7, vista o Leopard della Apple…
Moltiplicate il numero di questi computer per i soldi spesi per ogni singola licenza Microsoft o Apple….
Indicativamente Windows 7 in versione Home costa dai 129€ in su…
Ci saranno pure agevolazioni aziendali…ma ciò non toglie che l’alternativa resta sempre e comunque un affidabile sistema a
“COSTO ZERO”.
L’ironia della sorte vuole che proprio le grandi aziende o gli enti che detengono grandi Server di servizi famosi sul web siano passati alla gestione Linux delle loro macchine e che i piu potenti 10 super computer del mondo utilizzino LINUX…(non sto a dirvi quanto risparmio economico questo voglia dire, parliamo di milioni).

“RISPARMIO GRAZIE AL SOFTWARE LIBERO”


BOLZANO ed il SOFTWARE LIBERO

LINUX ALLA BORSA DI LONDRA…ed è subito Record


IL SENATO ADOTTA LINUX (maestri del risparmio da 60 anni XD)
Successivamente, come spesso accade, la valanga DEMAGOGICA ha seppellito queste iniziative in quanto anche i produttori Hardware tendono a voler preservare l’onere.
Costi di formazione docenti e impiegati troppo alti?
Questi corsi se ben organizzati non sfiorano nemmeno un decimo del costo delle licenze e vanno fatti sicuramente con una frequenza minore dei continui aggiornamenti delle licenze Windows.
Costi di manutenzione?
Signori orsù non siamo più negli anni ’90, lo sviluppo della formazione in ambito Linux soprattutto in campo sistemistico ha avuto un impennata paurosa abbassando i costi al pari di quelli Microsoft.
Aggiungo inoltre che molte mansioni comunali o scolastiche vengono svolte solamente tramite il convenzionale Pacchetto Office, oramai sostituibile senza nessuna CARENZA da suite Open-source quali:
Applicazioni da ufficio OpenSource Emulatori Windows
Libre OfficeOpen Office Wine
WINE,è un software in grado di far girare librerie di Windows e di permettere a quei programmi di funzionare anche su Linux.

In conclusione, scusandomi per l’eccessiva (ma comprensibile) sintesi, spero ci rendiamo conto che sarebbe ora di passare a soluzioni di certo più funzionali anche in questo versante, quindi di cominciare a valutare l’idea e magari insieme ad altri argomenti strutturare l’iter di sensibilizzazione ed educazione alle filosofie produttive alternative, grazie a tutti.

 

Articolo creato 140

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto