Depuratore: qualcuno lo farà al posto nostro, nominato il commissario ad acta.

Ed alla fine la Giunta Regionale ha nominato il commissario ad acta per la realizzazione del Depuratore consortile di Acireale.

Anni di immobilismo, interessi particolari, incompetenze diffuse sia a livello politico che burocratico hanno prodotto questo risultato amministrativo, un vero e proprio atto d’imperio di un soggetto sovraordinato che attesta la completa inconsistenza delle amminitrazioni che hanno governato Acireale e che ci ha esposto al rischio, non ancora escluso per la verità (C-565/10),  di pesanti sanzioni da parte della UE.

Ora è giunta l’ora di interessarci attivamente alla questione in quanto scelte scellerate potranno danneggiare gravemente il territorio acese e quello vicino, ricordiamo che ad un tiro di schioppo v’è l’Area marina protetta Isola dei Ciclopi.

La nostra posizione è chiara e nota da tempo, spacchettamento del progetto di depurazione consortile, diminuendo notevolmente gli abitanti equivalenti che il depuratore deve servire e realizzazione di due impianti di depurazione tradizionali affiancati e coadiuvati dalla fitodepurazione (a questo link trovate l’interpelllanza presentata dal gruppo parlamentare del M5S @ ARS).

Bisogna far presto ma bisogna anche far bene.

Un’ultima nota, il neo Sindaco Barbagallo poco più di un mese fa millantava ancora (!!!) la possibilità di far confluire la totalità dei nostri reflui sull’impianto catanese di Pantano d’Arci, la fantasia al potere!

Di seguito la delibera della Giunta regionale, buona lettura: Delibera_n_225_del_06_08_2014

 

 

 

Articolo creato 140

Un commento su “Depuratore: qualcuno lo farà al posto nostro, nominato il commissario ad acta.

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto