Acireale: la stazione nel deserto.

Quando qualche mese fa alcuni pendolari ci hanno chiesto di fare qualcosa per richiamare l’attenzione sui disagi che ogni giorno i cittadini acesi e non solo sono costretti a vivere ci è sembrato giusto intervenire.

Lo abbiamo fatto con l’unico mezzo che oggi hanno i cittadini per chiedere alla propria amministrazione comunale di porre attenzione su un servizio carente e cioè organizando una raccolta di firme, indicando alcune soluzioni possibili, immediate e poco costose:

  1. Un intervento che sicuramente non costa nulla al Comune è quello di verificare che ci siano le giuste coincidenze tra gli orari dei treni e gli orari dei trasporti urbani che collegano la stazione al centro.
  2. Un altro intervento a costo zero è dare la possibilità attraverso il sito web del Comune di avere informazioni sugli orari di partenza e di arrivo dei treni, su quali siano i bus che colleghino alla stazione, sui percorsi effettuati e sugli orari.
  3. Anche l’installazione di una valida cartellonistica all’esterno della stazione centrale non ci sembra un intervento strutturale, si tratta solo di buon senso, se io turista arrivo alla stazione di Acireale e devo raggiungere l’hotel che ho prenotato in centro città, cosa faccio? Quale autobus devo prendere? a che ora arriva? Quale percorso farà? Tutto questo ad oggi non è dovuto sapersi , il turista chiama un taxi e forse risolve il problema , dubito però che ritornerà ad Acireale o consiglierà agli amici di venire.
  4. Per ampliare il parcheggio esistono degli spazi che potrebbero essere utilizzati basterebbe dialogare con RFI forse la soluzione è più semplice di quel che sembra.
  5. Bus Navetta: anche in questo caso non ci sembra che il comune debba far fronte chissà a quali costi insormontabili 2 minibus elettrici potrebbero essere già un ottimo inizio (da una ricerca sui bandi di gara nazionale si parte da un prezzo a base d’asta di circa 100.000 euro)
  6. Per gli interventi strutturali non dobbiamo inventarci nulla o fare grandi progetti, visto che i progetti esistono. Esiste uno studio di fattibilità per realizzare il Nodo Intermodale di Acireale e un progetto di finanziamento già presentato che riguarda anche lo snodo intermodale per autobus e ferrovia.

Con un po’ di buona volontà si possono realizzare tante cose.

Grazie ai 285 firmatari che ci hanno dato fiducia e ci contano nella riuscita della petizione.

Articolo creato 140

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto